LA PIMPA "AFRICANA" DI ALTAN VINCE IL GRINZANE JUNIOR

Pimpa vola in Africa (Franco Panini Ragazzi), di Altan, č il libro vincitore della II edizione del Premio Grinzane Junior. La manifestazione, che ripropone la formula del premio tradizionale nell’ambito della letteratura italiana e straniera per bambini, é organizzata dal Premio Grinzane Cavour, dšintesa con il Ministero della Pubblica Istruzione, la Cittā di Torino Servizi Educativi e il Gruppo Milano. A decretarne il successo č stata la Giuria Junior, composta da 300 bambini appartenenti a dodici classi di quattro scuole elementari e otto scuole dell'infanzia del Comune di Torino. Ogni istituto, guidato da un insegnante prescelto e dai laboratori di lettura del Sistema Educativo del Comune di Torino, ha espresso un giudizio ed eletto il supervincitore, dopo avere letto e ascoltato i testi, valutandone anche la grafica e le illustrazioni. Il libro di Altan faceva parte di una rosa composta anche da Kathryn Cave e Chris Riddell, Tutti a contare, (Mondadori), Michel Ocelot, Kirikų e la strega Karabā, (Ape Junior), Ann Wilsdorf, Fior di Giuggiola, (Babalibri), Philippe Corentin, Pluf!, (Babalibri) e Elisabetta Jankovic e Roberto Ciroli, Re Tlo e la sirena, (AER Edizioni). Il gruppo dei finalisti era stato designato da una giuria di Critici, formata da scrittori, critici letterari, intellettuali esperti del settore e insegnanti: Teresa Buongiorno, Roberto Denti, Nico Orengo, Bianca Pitzorno, Donata Righetti e Giuliano Soria. La novitā dell'edizione 2001 del Grinzane Junior č rappresentata da una sezione, intitolata allšeditore Nicola Milano e dedicata a libri e saggi relativi al mondo della prima e seconda infanzia, che meglio abbiano saputo esprimere i valori della tolleranza e del rispetto dei diritti umani. I due vincitori sono Ann Wilsdorf, con il libro Fior di Giuggiola (Babalibri) e Lia Levi, con il saggio Che cos'č l'antisemitismo (Mondadori). Sono stati designati, per la prima volta in Italia, da una Giuria di Educatori di scuole di base e dell'infanzia di Brescia, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Torino e Roma, individuati dal Ministero della Pubblica Istruzione. Una menzione speciale č stata attribuita a Silvia Roncaglia, con Ma che razza di razza č (Edizioni Cittā Nuova). La cerimonia di premiazione del supervincitore della sezione tradizionale, che riceverā un assegno di 5 milioni di lire, e dei vincitori di quella
intitolata a Nicola Milano, cui andranno 3 milioni di lire ciascuno, si terrā a Torino, al Piccolo Regio, il 14 dicembre 2001.


Torna